Domande frequenti

Le risposte alle domande più frequenti relative all’invalidità


Invalidità (AI)

Al massimo il sesto mese dopo l’interruzione del lavoro. In seguito ai colloqui di RT (rilevamento tempestivo), l'ufficio cantonale AI valuterà se sono necessarie specifiche misure. Nel caso, sarà invitato a presentare una domanda AI.

Si tratta di una notifica all’ufficio cantonale AI. Anche l’assicuratore può intraprendere tale procedura. Si effettua mediante il modulo RT di rilevamento tempestivo. Tale notifica consente all’ufficio cantonale AI di contattarla, di comprendere il prima possibile la situazione, di analizzare con lei se sia necessario l’intervento di un’altra istituzione e infine valutare la necessità o meno di presentare una domanda AI.
Se tale procedura non sfocia in una misura AI, non vi saranno conseguenze né per lei né per chi ha fatto la notifica.

Il diritto alle prestazioni di invalidità ha inizio contestualmente al diritto alle rendite AI, ma non prima del termine fissato nella conferma d'affiliazione.
Le prestazioni, tuttavia, non sono versate finché sono dovute indennità giornaliere o salari. Il versamento delle prestazioni di invalidità è effettuato una volta esaurite le indennità giornaliere (l’assicurato riceve, al posto dell’integralità del salario, indennità giornaliere equivalenti almeno all’80% del salario, versate almeno per metà dal datore di lavoro).
L’importo della rendita di invalidità è indicato nel contratto di previdenza professionale e nel certificato di previdenza.

Ogni figlio a carico sotto i 18 anni (25 anni per i giovani in formazione) ha diritto a una rendita per figlio di invalido. L’importo della rendita per figlio di invalido è indicato nel contratto di previdenza professionale e sul vostro certificato di previdenza.

Groupe Mutuel

Rue des Cèdres 5 Case postale, 1919 Martigny    |    +41 0848.803.111