FAQ – Domande più frequenti

Le nostre risposte alle domande più frequenti

Trovate in questa sezione le risposte alle domande più frequenti dei nostri assicurati.
Cliccate sull’argomento che vi interessa.

Coronavirus

Sì, i costi per la vaccinazione anti-COVID-19 sono rimborsati al 100%, senza detrazione della franchigia o dell’aliquota.  I costi sono suddivisi tra la Confederazione, i Cantoni e gli assicuratori malattia.

Le fatture concernenti la vaccinazione contro il coronavirus sono inviate direttamente alla vostra assicurazione. Tuttavia, se doveste ricevere la fattura, potrete chiedere al fornitore di cure di rettificarla e di rimborsarvi se avete già pagato.

Per sapere se si rientra tra le persone che hanno diritto alla vaccinazione o per maggiori dettagli su come farsi vaccinare, consultate la pagina dedicata al Coronavirus sul sito della Confederazione Svizzera.

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) può rispondere a molteplici domande (ofsp.ch) e mette a disposizione una piattaforma per effettuare un’autovalutazione: https://check.bag-coronavirus.ch/screening.

Il coronavirus è particolarmente pericoloso per le persone di età superiore a 65 anni e per le persone che sono già affette da una malattia. Una persona è considerata a rischio se è affetta da una delle seguenti malattie:

  • ipertensione arteriosa
  • diabete
  • malattie cardiovascolari
  • malattie respiratorie croniche
  • debolezza immunitaria dovuta a malattia o terapia
  • cancro

Ecco alcune regole da rispettare per proteggere se stessi e gli altri.

  1. Tenersi il più possibile a distanza (almeno 1.5 metri) gli uni dagli altri quando si è in gruppo (trasporti pubblici, negozi, lavoro ecc.).
  2. Lavarsi accuratamente le mani, il più spesso possibile.
  3. Evitare i contatti quando ci si saluta (strette di mano, baci ecc.).
  4. Tossire o starnutire nella piega del gomito o in una fazzoletto di carta, che dovrete piegare accuratamente e gettare, non appena possibile, nella spazzatura.

Se siete direttamente colpiti dalla crisi, vi invitiamo a contattarci al numero 0848 803 111 per convenire un’agevolazione di pagamento o una proroga della scadenza.

Sì, i costi dei test per il coronavirus a carico dell'assicurazione malattia sono rimborsati come segue :

  • i costi dei test effettuati prima del 25 giugno 2020 sono assunti dall’assicurazione malattia previa detrazione della franchigia e dell’aliquota per i pazienti che presentano sintomi gravi o rischi di complicazioni;
  • i costi dei test effettuati a partire dal 25 giugno 2020 sono assunti dalla Confederazione, senza detrazione della franchigia o dell’aliquota, per i pazienti che presentano alcuni sintomi o che sono stati a stretto contatto con una persona il cui test è positivo. Tali costi sono rimborsati dall’assicurazione malattia, che li fatturerà poi alla Confederazione.
  • i costi dei test rapidi, che si aggiungono ai test standard, effettuati a partire dal 2 novembre 2020 sono assunti dalla Confederazione, senza detrazione della franchigia o dell’aliquota.
Le fatture per i test per il coronavirus assunte dalla Confederazione sono direttamente trasmesse all’assicurazione malattia. Tuttavia, se doveste ricevere una di tali fatture, potrete rivolgervi direttamente al fornitore di cure affinché corregga la fattura e ve la rimborsi, se avete già pagato.

Se le condizioni di assunzione dei costi da parte della Confederazione non sono adempiute, ad esempio se i test sono effettuati su richiesta vostra o del datore di lavoro, i relativi costi sono a carico di chi ha richiesto il test.

Secondo le raccomandazioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), la priorità è lavarsi accuratamente le mani. Il gel disinfettante non è pertanto rimborsato come mezzo di prevenzione.

I trattamenti riconosciuti dalla LAMal prevedono la copertura dei costi connessi al Coronavirus. È quindi coperto secondo l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie, in caso di malattia all’estero. Tale copertura è altresì valida se è messo in quarantena in un ospedale all’estero. Se ha sottoscritto l’assicurazione complementare Mundo, questa copre anche alcuni costi supplementari fino a un importo di Fr. 100’000.- per anno civile.

Tutti i documenti possono essere trasmessi online sul nostro spazio clienti GMnet o tramite l’applicazione mobile GMapp. È altresì possibile trasmettere i documenti per posta, al seguente indirizzo:

Groupe Mutuel
Rue des Cèdres 5
Casella postale
1919 Martigny

Le cassette della posta del Groupe Mutuel sono nuovamente disponibili dal 4 maggio e sono svuotate ogni giorno. I nostri collaboratori fanno tutto il necessario per ridurre il più possibile i tempi di trattamento.

Il nostro servizio clienti è a disposizione per rispondere alle domande degli assicurati al numero 0848 803 111, dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00. È altresì possibile utilizzare la live chat e il servizio di chiamata sulla pagina di contatto.

Le condizioni generali dell’assicurazione Mundo non prevedono alcuna partecipazione in caso d’annullamento di un viaggio.

Siamo a sempre a disposizione per telefono al numero 0800 808 848, dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00, eccetto i giorni festivi. Saremo altresì lieti di accogliervi nelle nostre agenzie.

Per sapere tutto sull’assunzione dei costi connessi al Coronavirus da parte delle assicurazioni aziendali, potete consultare le FAQ per i dipendenti delle aziende assicurate al Groupe Mutuel.

Groupe Mutuel

Rue des Cèdres 5 Case postale, 1919 Martigny    |    +41 0848.803.111